Ossigenoterapia


COME FUNZIONA?

L’impiego dell’ossigeno iperbarico in medicina estetica consiste in una tecnica di infusione di O2 per via percutanea, attraverso u dispositivo costituito da un generatore che trasforma l’aria in ossigeno pressoché puro, portandolo ad una pressione superiore a quella atmosferica di 1 Bar e quindi iperbarizzandolo. Mediante un dispositivo dotato di manipolo simile ad una pistola, che ne permette la vaporizzazione e la propulsione, l’ossigeno viene erogato direttamente sulla cute dell’area da trattare. L’ossigenoterapia attraverso il massaggio meccanico che ne risulta favorisce la circolazione e il metabolismo della cute, stimolando la produzione di collagene ed elastina e accelerando i processi riparativi della pelle rendendola più luminosa e levigata; in questo modo queste sostanze donano alla pelle sostegno ed uniformità con risultati visibili spesso fin dalla prima seduta. Sfruttando poi la capacità dell’ossigeno di attraversare la barriera dell’epidermide e propagarsi nella profondità del derma è possibile veicolare in profondità anche molecole farmacologicamente attive (ad esempio: l’acido ialuronico, gli antiossidanti, le vitamineaminoacidi ed oligoelementi), per sinergizzare gli effetti.

QUALI SONO LE PRINCIPALI INDICAZIONI E APPLICAZIONI DI QUESTA METODICA?

L’ossigenoterapia è molto indicata per ridurre piccoli inestetismi del tempo, come macchie cutanee e rughe d’espressione ed è consigliata nel trattamento dei segni di invecchiamento cutaneo (fotoaging), del diradamento dei capelli (l’ossigenoterapia infatti contrasta la caduta dei capelli con netto miglioramento del cuoio capelluto, migliorando anche l’aspetto del capello). La ossigenoterapia iperbarica risulta efficace anche in determinate patologie quali l’acne, la psoriasi le dermatiti irritative/allergiche o in alcuni inestetismi quali le smagliature, le iperpigmentazioni, la cute seborroica e nel ringiovanimento del collo, decolleté e mani. In particolare, risulta efficace per l’alone scuro perioculare che spesso si manifesta anche in soggetti relativamente giovani.

QUALI SONO I PROTOCOLLI DI IMPIEGO?

I protocolli d’uso in ambito della medicina estetica, prevedono il consensuale impiego di principi attivi da veicolare insieme all’ossigeno. Come si comprende, questo trattamento non prevede l’impiego di aghi o punture ma è come una leggera brezza che massaggia la pelle ed è veramente un momento di relax: l’ossigenoterapia rimodella il volto in maniera delicata e assolutamente non invasiva con risultati duraturi nel tempo. Il risultato è un viso che appare rimodellato in modo più soft rispetto a quello che si può ottenere con il filler o il botox. Durante il trattamento il soggetto avverte una piacevole sensazione di benessere e rilassatezza, come se i lineamenti del volto fossero appianati e ben distesi e ciò è confermato dalla presenza di maggior turgore una volta terminata la seduta, che dura circa 30-40 minuti: i tratti del viso risultano distesi e le linee del viso appianate. La durata del trattamento varia da persona a persona, a seconda della problematica che si vuole trattare: infatti, su una pelle ancora giovane dove i segni del tempo non sono ancora marcati possono essere sufficienti 5-6 trattamenti quindicinali per ottenere ottimi risultati, mentre su un viso dove si riscontrano maggiori inestetismi e la presenza di rilassamento facciale, le sedute possono essere 10 o anche più, se il medico lo ritiene necessario, prima del raggiungimento del target prefissato.

QUALI SONO I VANTAGGI E I BENEFICI DELLA OSSIGENOTERAPIA?

Fin dalla prima seduta, la pelle appare più luminosa. In seguito, la cute acquisterà nuova tonicità, maggior elasticità e la grana risulterà nettamente migliorata. Proseguendo con il trattamento si noteranno poi miglioramenti più consistenti: le rughe d’espressione diminuiranno, i pori saranno meno dilatati, le macchie cutanee attenuate. Nel caso in cui l’ossigenoterapia venga praticata per contrastare rosacea ed acne, inoltre, è possibile assistere ad un’involuzione dei processi acneici e degli eventuali esiti cicatriziali che ne derivano (a maggior ragione se il trattamento viene eseguito a livello medico in associazione a microdermoabrasione).

Si comprende che l’ossigenoterapia presenta degli indubbi vantaggi: è assolutamente indolore in quanto totalmente non invasiva; non ha bisogno quindi di alcuna anestesia né di alcuna preparazione (ad eccezione del caso in cui si associ ad altri trattamenti, come la microdermoabrasione); consente la immediata ripresa delle attività quotidiane; non lascia alcun segno né cicatrice; consente di veicolare in profondità altri principi farmacologicamente attivi.

Insomma, i benefici dell’ossigenoterapia sono su due livelli: da un lato la pelle appare subito più radiosa, dall’altro abbiamo un effetto a lungo termine ovvero il miglioramento del processo di rigenerazione cellulare.

CI SONO CONTROINDICAZIONI?

Il trattamento non ha nessuna controindicazione e non sono noti effetti collaterali; nell’ambito della medicina estetica i possibili effetti collaterali – così come le controindicazioni – sono associati perlopiù agli eventuali altri trattamenti dermo-estetici eseguiti in associazione alla ossigenoterapia.