Vitiligine

La vitiligine è una patologia dermatologica che causa un disordine della pigmentazione cutanea. Si manifesta con la comparsa di chiazze circoscritte più o meno numerose in cui scompare la cromia della pelle. È un disturbo diffuso che colpisce lo 0.5-2% della popolazione mondiale senza distinzioni razziali, sessuali o di età.

Vitiligine: chi colpisce, perché e come si manifesta

Nella metà dei soggetti colpiti la vitiligine si manifesta all’inizio dell’adolescenza ed entro i 20 anni, con un’incidenza che diminuisce con l’aumento dell’età.

La vitiligine ha una componente di ereditarietà e si caratterizza per la comparsa di macchie di colorito bianco-avorio o bianco-latte con forma e dimensioni variabili – in generi ovali o tondeggianti – spesso delimitate da un bordo iperpigmentato. Le chiazze all’inizio sono limitate e di piccole dimensioni, ma con il passare del tempo si allargano e si uniscono tra loro assumendo forme bizzarre.

Le chiazze compaiono inizialmente nelle zone fotoesposte, come il dorso delle mani e il viso, per poi estendersi alle ascelle, alla regione inguinale, ai genitali e alle aree soggette a microtraumi da sfregamento. Esistono varie forme di vitiligine e il dermatologo provvederà a classificare le manifestazioni cutanee del paziente.
In genere la vitiligine è asintomatica, anche se a volte può causare una sensazione di prurito prima dell’insorgenza della chiazza.

Spesso i sintomi collaterali comprendono un incanutimento precoce dei capelli e un interessamento delle mucose.

La vitiligine ha un decorso imprevedibile e spesso discontinuo e si diffonde sia con la comparsa di nuove macchie sia per l’unione di chiazze preesistenti.

Può avere periodi di remissione anche lunghi, e in circa il 15-20% dei soggetti si assiste alla ripigmentazione spontanea, anche se spesso non è clinicamente significativa e conserva una differenza cromatica.

La vitiligine può aumentare il rischio nel paziente di sviluppare malattie autoimmuni, come l’anemia perniciosa, diabete mellito insulino-dipendente e alopecia areata e alcune malattie della tiroide.

Le cause della vitiligine

Le cause di insorgenza della vitiligine non sono ancora del tutto chiare e possono coinvolgere processi autoimmunitari, neurobiologici, ossidativi, infettivi, alterazioni biochimiche del metabolismo dei cheratinociti peri-melanocitari.
Nei soggetti predisposti, la concomitanza di tali fattori può indurre la virtuale scomparsa dei melanociti cutanei ed extra-cutanei, causa della comparsa delle chiazze.

L’insorgenza della vitiligine viene spesso messa in relazione con eventi stressanti che il soggetto ha vissuto nel periodo precedente, con un tempo di incubazione relativamente breve dall’episodio scatenante (2-3 settimane).

La terapia della vitiligine offre una soluzione parziale al problema ma fondamentale per migliorare la qualità della vita e contenere l’estensione delle chiazze. Sono disponibili vari trattamenti locali e sistemici, in rapporto all’età del paziente e alla diffusione della malattia.

La visita dermatologica. Come posso aiutarti con la vitiligine

La diagnosi della vitiligine comprende un accurato esame clinico per individuare le aree della cute colpite, l’estensione, le eventuali associazioni cliniche, il tipo di vitiligine e la sua progressione.

Il dermatologo presta particolare attenzione agli aspetti psicologici che la comparsa delle chiazze e il relativo disturbo estetico spesso provocano nel paziente.

La valutazione dei diversi fattori che possono essere le concause della vitiligine o che contribuiscono alla sua progressione è una fase fondamentale per impostare la corretta terapia farmacologica.

L’obiettivo della terapia è fermare o rallentare la progressione della malattia e indurre la ripigmentazione delle aree acromiche. Tra i trattamenti più diffusi ci sono i corticosteroidi topici, la fototerapia, il trapianto autologo.

Il dermatologo aiuterà al paziente a convivere più serenamente con la vitiligine, fornendogli consigli utili per l’esposizione al sole e sui prodotti cosmetici più indicati per attenuare la visibilità delle chiazze sul viso.

Scrivimi

Dr. Giuseppe Hautmann

Dott. Giuseppe Hautmann, dermatologo e venereologo, psichiatra e psicoterapeuta. Svolgo l’attività libero professionale a Firenze. Specializzato in malattie cutanee psicosomatiche, dermatoscopia, prevenzione oncologica e medicina estetica, uso le mie competenze al servizio del benessere psicofisico delle persone.

Lo studio

Via Luigi Alamanni 21
50123 Firenze

Orario

Dal lunedì al venerdì
8.30-12.00 / 13.00-18.00